Educazione sentimentosa

Lorenzo_Castore_web A questo punto la posso chiamare Educazione Sentimentale che è un termine (o una locuzione) che ho sempre schifato un po’ perché mi sapeva di spasimi ottocenteschi ma che è anche un romanzo di Flaubert di cui ho letto da poco e non senza qualche fatica Madama Bovary che si perdeva nei suoi sogni romantici e che si uccideva pur di non arrendersi alla realtà e questa sua pertinacia emotiva, beh, questa sua ostinazione non la digerivo proprio. Mi stava più simpatico il farmacista Homais con i suoi accessi di positivismo antireligioso. Figura satirica lui, figura tragica lei, e in mezzo quel fantoccetto del marito Charles. Questo per dire che complesso rapporto ho con emozioni e sentimenti, che all’emozione pura di Emma, preferisco il grottesco. Questo per dire che quella che chiamo Educazione Sentimentale è ciò che devo intraprendere e percorrere. Prima di tutto. Mi devo educare a rischiare, mi devo educare ad ascoltarmi e mi devo educare a condividere con gli altri. Prima di tutto. Un’educazione che mi è mancata, che non ho saputo accettare, che non ho voluto avere. Sono una maleducata. Prima di tutto. Poi il resto verrà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...